Continuate a seguirci sul sito

DSC06214

Carissimi tutti

abbiamo avviato il sito Portos Associazione Culturale che troverete  all’indirizzo:

http://www.associazioneportos.it

i prossimi articoli li troverete inseriti lì ed una volta trasferiti i due blog sul sito non saranno più disponibili e visibili..

Se vi fà piacere seguirci sapete dove trovarci.

Noi continueremo a farvi vivere la nostra attività associativa attraverso le foto e gli articoli che come sempre pubblicheremo.

Grazie a tutti

Sara

Annunci

BUON 10° COMPLEANNO PORTOS!

21034538_10212421136315161_7386573661513520952_n

Non stancarti mai di fare del bene… Anche se ricevi male… Ti rimarrà comunque la soddisfazione di non essere come gli altri….


Buon compleanno Portos, oggi spegni 10 candeline.

Grazie ai Soci fondatori, al primo Presidente Andrea Corò che l’ha fatta crescere,

ai Soci che ne proseguono il cammino con slancio, idee, progetti ed impegno.

Grazie a chi ne fa parte che sono la vita per Portos, a chi ne ha fatto parte, a chi vorrà farne parte…

Grazie a tutte le associazioni , enti, musicisti, cooperative, che in questi anni hanno collaborato con noi

Grazie per i progetti..tutti positivi e rivolti alla nostra città, con  eccezione dei gravi terremoti di L’Aquila, Finale Emilia, Massa Finalese a cui abbiamo dato il nostro supporto concreto.

Grazie a chi ci sostiene credendo e verificando nostro operato….

Portos c’è dove si può dare una mano concreta.

Portos agisce, non chiede” quanto” ma Quando.

Portos non riesce a stare a guardare e come può, verificandone sempre la vera necessità, si offre di sostenere le persone in un momento critico.

Portos fa rete e si mette in gioco.

Portos idea progetti che spesso vengono copiati.. e questo ci fa onore.

Portos è ambasciatore di Parma Facciamo Squadra dalla sua nascita nel 2013.

Partecipa al Tavolo Oltrelavoro- ora Accordi di Comunità dal 2010- dei Quartieri San Leonardo, Cortile San Martino,  Parma Centro.-

Portos è in rete con il progetto Laboratorio Compiti (dalla fondazione del progetto 2010) ed ha istituito il suo laboratorio compiti gratuito che si chiama PortosLab:impariamo giocando, che aiuta i bimbi delle elementari a svolgere i compiti al sabato mattina presso Fiorente, via Bassano del Grappa ,10\B.

Primo regalo …è in onda il nuovo sito www.associazioneportos.it che ci ha fatto per il decennale l’agenzia Ci pensa Zoe.

Per la festa…rimandiamo a settembre..

Sara Vasè, Presidente Portos

Un ricordo

20731037_10212282725814985_513621236_n

E’ molto doloroso scrivere  commemorando la perdita del nostro Socio Fondatore e Consigliere Gabriele, deceduto domenica 6 agosto.

Oltre a ricordarlo in veste ufficiale  è difficile perchè sono anche la figlia ed il cuore, i sentimenti personali, l’affetto e tutto quanto nella mia vita mi ha dato emotivamente e genitorialmente è davvero enorme. I miei genitori hanno condiviso con me ed Andrea la nascita di Portos e ci hanno sempre creduto, nei valori, nei progetti, nelle importanti cose che in questi 10 anni Portos ha fatto..sono sempre stati legati a Portos.

Il suo impegno in associazione è stato importante.

Quest’anno è venuto anche  in Laboratorio compiti portando le caramelle ed entusiasmo a volontari e  bimbi.

E’ una grande perdita. Ma lasciatemi dire che come figlia è davvero ancora più doloroso.

Serenamente e con il cuore in subbuglio vorrei ricordarlo insieme a tutti coloro che lo hanno conosciuto di persona, attraverso me e come lui avrebbe voluto…con un sorriso…

Sara

Abbracci, perline, fiocchi rosa, portafoto ed una canzone per salutarci

 

Mercoledì è stato l’ultimo incontro con le bimbe Bielorusse. Come tutti gli “arrivederci” è sempre emotivamente coinvolgente doversi lasciare…ma abbiamo avuto la fortuna di conoscerle tramite la collaborazione con AGD Parma ed il nostro saluto sarà meno doloroso..

Ma andiamo per gradi.

Solite consultazioni pre serata in settimana. Mariella, previdentemente,  ci aveva lasciato delle cornici di cartone da assemblare e pietre, bottoni, passamaneria.. insomma abbiamo aggiunto solo colla e buona volontà…

Arriviamo, appuntamento alle 20.45 nel piazzale. Eliana, Alessandra e Lilia sono già lì..io e Andrea arriviamo per ultimi ma..sono le 20.42..per fortuna non siamo in ritardo!

Lilia è madre lingua  russa e per lei sarà senz’altro una bella “rimpatriata”.

Le bimbe ci corrono incontro abbracciandoci strette strette, il loro abbraccio è per tutti e davvero energizzante e commuovente….Nino e Andrea stanno giocando a UNO. Luciana sta riordinando la sala pranzo.

Cominciamo? Sì! Una bimba ci dedica una canzone. Ha una voce davvero bella e davvero ci inorgoglisce che canti apposta per noi…

Mettiamo sul tavolo tutto il materiale.

Andrea ed Eliana “costruiscono” i porta foto, le bimbe scelgono le decorazioni che preferiscono e che andranno ad abbellire il loro “lavoretto”  con Lilia, io ed Alessandra prepariamo fiocchetti rosa a quadretti bianchi.. tipicamente femminile… Olga è felice perché può “riposarsi” un po’…c’è un’altra traduttrice..

Il tavolo prende forma: tre tubetti di colla trasparente,  piattini brulicanti di luci e colori, cuoricini, stelline, bottoni colorati e trasparenti,  pietre luminose, feltrini…ora le bimbe possono cominciare ad esercitare tutta la fantasia che in ogni bimba esiste.

Noi siamo solo di contorno.

Quelle manine creano davvero con pazienza ma con estrema disinvoltura, degli oggetti davvero belli. Rimaniamo stupite anche noi…e prendiamo nota..lo faremo anche in laboratorio compiti…

Preparo un regalino per Lilia da parte di tutti noi..una collana..che, nonostante io non sia una “boss della manualità”, riesce anche abbastanza bene..lei è felice e noi con lei.

“Guardatemi!” Click! E scatto, scatto e scatto per ricordare momenti felici, momenti in cui capirsi con le parole non serve. Ci sono sguardi, mani, gesti…e abbracci..e tanti “grazie!

Il momento che ci interrompe è sempre quello della prova glicemica…le bimbe si alzano ed a mano a mano ritornano son il solito sorriso.

Hanno fretta di tornare, il lavoro deve essere finito perché Halina, la loro dottoressa, è molto fiscale sull’orario di andare a nanna.

I primi lavori finiti sono bellissimi..le bimbe sono orgogliose e mostrano i loro capolavori con fierezza.

Capiamo che è arrivata l’ora….ci guardiamo…raduniamo i nostri oggetti, chiediamo di poter ascoltare ancora una canzone …ed uno strappo alla regola viene fatto…è solo un prolungare quel momento ..quello dell’ultimo abbraccio..

“Possiamo salutarle!” Le bimbe sono già nella loro camerata, quella stanza con i lettini che in questo mese sono state la loro casa, quei cinque “Orso Lino” che hanno avuto come compagno dei sogni, che ha attutito la mancanza di casa, che ha tranquillizzato, insieme alle coccole dei volontari e delle volontarie AGD questo mese così intenso.

Il nostro abbraccio si fonde con il loro, forte, sincero, fraterno. Ed a qualcuna viene una forte commozione…si è vero esco dalla stanza…che “magone”

VERANIKA, VALERYIA, MARYIA, VARVARA, ARYNA, con VOLHA e HALINA”, non vi dimenticheremo di certo!

Grazie per averci donato un po’ del vostro tempo, delle vostre coccole, della vostra energia e della vostra spensieratezza.

AGD..grazie per averci coinvolto in questo progetto così importante ed ancora Complimenti per tutto quello che avete portato nelle vite di queste libellule.

Ai volontari Portos: grazie per aver condiviso queste serate che, credo, sono state per tutti noi un’esperienza davvero importante.

Sara

 

A seguire le sensazioni dei volontari Portos che hanno voluto  esprimere.

 

Mariella:

E’ stata sicuramente un esperienza piacevole, il mondo dei ragazzi è carico di positività. Vivendo scopriamo che è universale.

Pur nascendo in paesi con problematiche diverse,  messi a contatto con il rispetto, la logica, l’amore esprimono e danno il meglio di loro…grazie

Il volontariato è anche questo..scambio di amore gratuito che fa meglio di qualsiasi medicina.

Alessandra:

Le azioni fatte con il cuore non hanno bisogno di “ interpreti “ e vanno oltre la stanchezza, il caldo, la mancanza di manualità, di fantasia, di fiducia in noi stessi.

Questi incontri hanno dimostrato che SI PUO’ comunicare anche con differenze linguistiche.

Eliana:

“Per trattare te stesso usa la testa; per trattare gli altri usa il cuore”..

noi di Portos lo abbiamo “usato” portando un po’ di gioia a queste splendide bambine.

 

Grazie a tutti per la condivisione e partecipazione al progetto

20451605_10212208726325044_2752858500394304390_o

Fogli di carta colorati per cinque fiorelline ..

Eccoci arrivati alla terza serata con AGD e le bimbe di Chernobyl.

Cosa facciamo?  Ci siamo chieste in settimana con Alessandra ed Andrea? Saremo solo noi tre e dobbiamo essere all’altezza dei “compiti” che Mariella ci ha lasciato.

Cosa utilizzare? I bracciali di bottoni, come previsto? Fogli e pennarelli? Bottiglie di plastica e colori? Abbassalingua e figure? Forbici e cannucce? Difficile decidere. Optiamo per carta crespa e cannucce. Faremo fiori colorati da mettere nella loro cameretta intanto che saranno qui. Semmai impareranno la “tecnica” e la riproporranno a casa, in Bielorussia.

In questi giorni ho preparato tutto l’occorrente… ho preparato di “scorta”  anche altri tre laboratori..non si sa mai….

Appuntamento alle 20.45. Puntualissimi! Entriamo nel cortile e cominciamo a prepararci. Carta sul tavolo e…due occhietti coperti dagli occhiali ci guardano, sbuca una manina che saluta. Urlettini ed ecco altri occhi, altre mani e la porta che si apre. Il sorriso di Olga e le bimbe che ad una ad una vengono a regalarci il loro abbraccio più bello. Inutile dire che oltre ad emozionarci siamo state positivamente caricate di quell’energia che a quell’ora, dopo una giornata di lavoro ed impegni, forse si era affievolita un pò.

Cosa facciamo? Estraggo dalla borsa rotoli di carta crespa colorata, cannucce, forbici, scotch ed esordisco con un breve “tutorial” .che definirlo così mi sembra una parola grossa….senza pensare che l’ultima volta li avevo preparati per il ritorno di Alessandra in laboratorio ed un pò avevo dimenticato la tecnica…per fortuna che le mani fanno, correggono, aggiustano quando la memoria fa cilecca….

Maria Lisa e Luca si siedono con noi. Andrea e Andrea..caspita quanti Andrea abbiamo stasera…sono tre! Anche  Nino  si mette in gioco con noi.

Le bimbe si impegnano, mettono loro la creatività, la fantasia, l’impegno e manualità.

Qualcuna è distratta dalla musica, qualcuna trova più semplice scegliere colori e farsi “aiutare“, qualcuna li raduna un un bicchiere, qualcuna li dona, qualcuna preferisce prenderli già fatti..

Poi il rito…la prova glicemica, il buio che avanza, la stanchezza che avanza dopo una giornata fatta di  Giocampus e  “shopping“….da brave donnine in crescita…….

E si ritrovano i “grandi” a “pasticciare” tornando un pò bambini..Luca crea un nuovo fiore per la sua Sara che sarà senz’altro felice di ricevere un regalo fatto proprio per lei, diverso dagli altri fiori, pensato apposta per lei.

Olga è troppo stanca, Alessandra crea un fiore bicolore, Andrea ha gettato la “spugna”, ed io? Io continuo per finire la carta tagliata ma…devo dire che è stato un diversivo per chiacchierare e stare in compagnia ed è stato molto rilassante…

Le bimbe vanno a nanna…riordiniamo i tavoli, buttiamo i ritagli ormai inutilizzabili, rimettiamo nella borsa tutto il materiale.

I fiori rimangono nella bottiglia sul tavolo. Li ritroveranno domattina quando faranno colazione.

Un abbraccio ed un saluto a tutti sapendo di ritrovarci mercoledì prossimo, stessa ora, stesse bimbe, stesso posto…Mariella sarà ancora in montagna, Eliana invece sarà con noi.

La domanda successiva è…quale laboratorio faremo? Noi lo sappiamo e sarà un bel ricordo per le bimbe da portare a casa…Di sicuro ce la metteremo tutta!

Sara

Volontari, bimbe, ago e filo, bottoni colorati..la magia è qui…

Secondo appuntamento con le bimbe Bielorusse a gli amici di AGD Parma.

Alessandra e Claudio saranno con Mariella, Sara e Andrea. Eliana è al mare…

Arriviamo puntuali ed abbiamo il tempo per fare il punto della situazione..ben sappiamo cosa fare un borsellino\portatutto…rigorosamente cucito e tagliato a mano.

Prepariamo i tavoli e scrutiamo dalla porta a vetri due bimbe che ci salutano. Purtroppo non ho ancora imparato bene i loro nomi ma l’abbraccio forte che ci hanno regalato ..quello si che lo abbiamo imparato!

Sono rosse di sole. Nei giorni scorsi sono state in piscina ed il rosso sulla loro pelle bianchissima risalta tanto.

Dopo i saluti eccoci seduti al tavolo. Con noi anche Sofia e Francesca  con il papà, molto attivo e davvero di aiuto, ci facciamo spazio.

Mariella è il nostro “capo” il suo nome sarà nominato molto frequentemente.. se ogni volta che “Mari…Mariella…” avesse avuto un centesimo avrebbe pagato il gelato a tutti!

Sorpresa…arriva Luca! Che bello vederlo con noi!

Iniziamo? Cerchiamo di sederci accanto ad ogni bimba, Claudio e Sara infilano fili negli aghi, Mariella, Andrea ed Alessandra aiutano a tagliare il feltro, poi ci scambieremo posti, ruoli….le bimbe sono davvero bravissime, attente, precise…fra un controllo glicemia ed un sorriso riescono a finire il loro lavoretto. La scelta dei decori e del bottone è determinante…

Andrea si scopre attaccabottoni, Alessandra ha la scorta di aghi pronti all’uso, Claudio aiuta una bimba, Sara trova finalmente i suoi occhiali da vista per dare una mano ed in sottofondo..Mariella!..Mari!..e lei che corre da una parte all’ altra dei tavoli…chi finisce prima cerca nella grande scatola dei bottoni quello che fa per lei..la scelta è difficile, sono tanti e ne serve solo uno….a cuore? A palla? Trasparente? Colorato? Lungo, corto, bombato..

Scattiamo fotografie, di visi impegnati, sorridenti è una fresca serata.

Sono le 22…Elisa ricorda che le bimbe devono andare a nanna,anche se a dire il vero non sono così d’accordo..Olga si è prodigata con una bimba per finire il suo lavoro. E quei sorrisi, quegli abbracci quelle frasi – rigorosamente tradotte da Olga- che ci fanno davvero piacere.. riordiniamo, gli aghi nel contenitore, le forbici, la colla, non vogliamo lasciare nulla in disordine….è calato il buio…e la stanchezza delle volontarie AGD….ci salutiamo dandoci appuntamento a mercoledì prossimo…anche Mariella sarà in vacanza…ma saremo bravissimi ugualmente.. ci ha lasciato già tutto pronto…semmai faremo prove durante la settimana…

Sara

C’è una Biblioteca nel verde

19731975_10211957590766812_7780469514643920038_n19601531_10211957591246824_1654793321707626462_n

Martedì 4 luglio abbiamo consegnato nel pomeriggio 4 scatoloni ed una cassetta di libri alla biblioteca Sodales che si trova presso Azienda agricola Leoni a Vicofertile (PR)

Il posto è incantevole, pulito, curato ed immerso nel verde.

Stiamo raccogliendone ancora e torneremo  perchè crediamo che un libro, preso, letto, sottolineato, condiviso sia una abitudine molto importante e che non ha controindicazioni .

Grazie a chi ci ha permesso questa donazione ed a chi ci ha suggerito questa biblioteca immersa nel verde…

Come sempre quando c’è qualcosa da condividere Portos c’è!

Sara