E pizzette siano…dopo i compiti però..ed un indizio S.F.T.C.B….

Dunque, mumble mumble diceva Paperino, da dove comincio?

Dall’inizio mi direbbe una persona razionale, da dove vuoi penso io..e così farò nel raccontare il nostro sabato a Portoslab.

Ormai si sà, si arriva in tempo per preparare il caffè- Eliana-, per preparare il laboratorio -Andrea- per dare una mano qui e lì – Sara. Luca e Vittorio arrivano giusti per il caffè. Non vogliamo perderci l’arrivo dei bimbetti. Quello è un momento davvero importante. C’è chi entra assonnato, chi vispo come un grillo, chi così così, chi nell’attesa di cominciare si sdraia un pochino sul divano, chi, dopo il rituale dell’abbraccio, si siede ed estrae tutto ciò che quegli zaini contengono..-e sono davvero pesantissimi care maestre- e guardandosi intorno ci riporta all’ordine..“cominiciamo?“..

Questa volta sono stata beneficiata, essendomi attardata a chiacchierare con Flora e Massimo in cucina, non ho un  bimbo da seguire. Jadhi ha avvisato venerdì di Motti non sappiamo nulla.

Così ne approfitto per scattare qualche centinaio di fotografie, fino a quando Eli, mossa a compassione, mi chiede la macchina fotografica “sennò tu non ci sei mai”!. Di positivo c’è che sedendomi ai vari tavoli, riesco in rigoroso silenzio, ad ascoltare i nomi composti, frasi di fantasia, vedo divisioni e operazioni da cui in primis sono tentata  ignorare, poi ascolto e guardo.  Ascolto analisi grammaticale e consulto un libro di testo davvero difficile…per me ovvio..

Oggi tramiamo una grande sorpresa..e come sempre ci guardiamo complici noi adulti senza lasciar intravedere nulla.

La prima: se ne accorge Manu..”ci sono dei tubi, ci sono dei tubi?” “Davvero? – dico io-“. “Saranno della cooperativa! – esclamo– No no c’è scritto Portos!” ribadisce Manu seguita da Dady.

Finiti i compiti leggeremo cosa c’ è scritto…e la curiosità si insinua nei loro pensieri..cosa ci sarà scritto? Chi lo avrà scritto? Cosa abbiamo combinato? Saranno parole belle? I folletti? Altro che CIS qui si indaga alla grande!

C’è aria di  bontà in giro, tant’è che i bimbi riordinano i tavoli, Insieme scriviamo i messaggi nel barattolone, e qualcuno chiede “usciamo dopo” ?

Noi adulti prendiamo i tubi, vogliamo leggere cosa c’è scritto, facciamo facce strane, stordite, incredule, attonite, impaurite, commosse, felici..insomma non riescono ad identificare cosa ci può essere scritto in quei fogli. Sopratutto non sono firmati..ci sono delle iniziali S.F.T.C.B. ..ma andiamo per ordine.

Il testo è scritto in grande su un foglio grande – chi ha scritto sa bene che non siamo ragazzini- e dapprima inizia a leggere Luca, poi Vittorio…arriva il mio turno, quello di Eliana e chiude Andrea…detto in breve…era una missiva dei folletti.

Abbiamo letto che i loro messaggeri: merli, tortore, gazze e gli immancabili piccioni,  sono di vario tipo: gli spioni, i buoni, i curiosi, i pettegoli..infatti loro hanno scritto che ci hanno visto coinvolti sia in condizioni positive che in quelle capricciose, hanno guardato il comportamento in laboratorio, a casa, a  scuola…insomma ci controllano…non possiamo denunciarli perchè saremmo poco credibili e sopratutto come descrivere un piccione..sono tutti uguali! Una tortora? Sono tutte uguali! Una gazza? Bianca e nera..Un merlo? Nero dal becco giallo e poi? Non hanno un nome di battesimo, una residenza, un codice fiscale..loro sono liberi..noi un pò meno.

Ma bando alle noci, come era scritto sul foglio, qui si mette male…se non cominicamo a risalire nelle valutaioni c’è a rischio il loro consueto passaggio in laboratorio..”dipende a voi se salutarci anche quest’anno”…tuonava la fine della lettera…

Cerchiamo di identificare le lettere di firma..S…androlo! E qui si vince facile….F..anfolo..ed anche qui nulla da dire..T…dopo un pò di tentativi è stato più facile ricordarsi di quel folletto un pò monello che non voleva fare i compiti che ricordarsi Taddolo..anche se poi è arrivato anche il nome..ma C e B…cosa stanno a significare? Cosa può essere? Nuovi foletti? Manu pensa alla fata ma era Verdeluna quindi non sarà quella. C e B…rimane solo un indizio..chissà…mah…non riusciamo a dare un nome conosciuto..il mistero si infittisce..Sara..ho scritto nel bigliettino che vorrei che i folletti venissero quest’anno, anche senza doni..mi confida la dolce Angela..

Merenda? Cosa c’è oggi? Vittorio ed io parliamo di cavallette, lucertole avvolte e lessate o grigliate…Eli pensa all’erbetta da raccogliere in giardino…poi..ecco la sorpresa…una teglia, anzi due. Un vasetto di pomodoro. Tre rotoli di pasta sfoglia, degli stampini…oggi pizzette fai da te!

Urla di felicità. E ti pareva potesse essere diversamente? Cerchiamo di dare dei compiti e di creare una squadra. Chi stampa, chi mette sulla teglia, chi mette il pomodoro, chi cuoce (Andrea ed Eliana) chi mangia..Tutti!

E’ un “lavoro” piacevole ed a cui partecipano TUTTI e davvero credo di aver centrato il segno! Una squadra che ha “lavorato ” Insieme per realizzare una cosa comune. Una squadra di mangiatori di pizzette calde, appena sfornate che non ha pari. Non so quanti vassoi sono arrivati in laboratorio, quante consumate in cucina, di certo non è avanzato nulla. Con i ritagli sono stati fatti cuori e mega pizzette che giustamente sono state tagliate a pezzi..un pò per uno..Manu ed Angela ci hanno deliziato di canzoncine napoletane che accompagnavano con immensa allegria la preparazione…addirittura abbiamo scoperto che c’è una zia pizzaiola e come và girata la pasta della pizza…

Quei pancini ora erano veramente sazi..sono passati dalla produzione al consumo in poco tempo..le guanciotte sembravano quelle dei criceti..era entusiasmante vederli così!. Ancora più bello è stato vederli come formichine e senza “obbligo” pulire e riordinare quella farina che avevano sparso un pò ovunque, anche se, a dire il vero, hanno ridotto di molto il “danno”..Bravi!

In calendario ci sarà un’altra esperienza come questa diretta da Vittorio, eletto pizzaiolo capo. Preparerà la vera pasta della pizza e dividerà la squadra in due: adulti e bimbi e faremo una “sfida” di pizza: margherita per loro e..mille gusti per noi…sarà molto divertente!

Usciamo? Ma non siete mai stanchi? Ah già..sono io che ho un’età avanzata, non loro..

Mi dispiace dire di no, ma aveva piovuto tutta la notte ed il giardino benchè fosse di un verde accattivante e chiaro di luce solare, aveva nascosto sotto l’erbetta il colore del fango..abbiamo fatto due conti: fango, scarpe, pulire tutto il laboratorio..sono quasi le 11.30…..la decisione unanime è stata “Non usciamo!”

Dopo poco ecco arrivare i genitori..questa volta non è avanzato nulla ma il racconto in presa diretta è stata una bella soddisfazione. “Al Portos è sempre conveniente venire!”

Sara

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, Ringraziamenti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Prossimamente ..Portos

Si sta per concludere questo 2016….ed anche i progetti Portos per quest’anno.

dav

hdr

Giovedì 17 novembre abbiamo ricevuto una targa per il 150 anni di Croce Rossa Italiana – Comitato di Parma che ci hanno donato, con affetto e stima ricambiati, con grande gioia ed orgoglio di tutti noi. Questa targa è un riconoscimento davvero prezioso ed un gesto dettato da profonda amicizia e collaborazione. Raro è ricevere un dono nel giorno del compleanno dell’altro. La differenza è proprio in questo. A Giuseppe Zammarchi, al collaboratori, ai volontari CRI và tutto il nostro ringraziamento.

dav

Per il 4° anno consecutivo aderiamo a Parma Facciamo Squadra, siamo Ambasciatori orgogliosi del nostro ruolo. Abbiamo fatto una colletta fra noi ed inviato il nostro contributo, come gli altri anni, perchè bisogna sempre dare l’esempio.

Se vuoi chiedere agli altri aiuto devi essere il primo tu a farlo.

Questa la causa trattata quest’anno:

La quarta edizione di Parma Facciamo Squadra ha individuato come priorità la tutela dell’unità della famiglia in emergenza abitativa. Il tema della casa rappresenta un’urgenza sociale anche nel nostro territorio, dove i provvedimenti di sfratti emessi ogni mille famiglie sono maggiori rispetto alla media nazionale e regionale. L’obiettivo della campagna di raccolta fondi è la costituzione di un “patrimonio” di abitazioni destinato a residenza temporanea per nuclei famigliari sfrattati per morosità incolpevole, con particolare attenzione a donne con bambini, sperimentando esperienze di co-housing sociale (insediamenti abitativi che prevedono la compresenza di spazi privati – alloggi o singole stanze – e di servizi condivisi). Il progetto si rivolge a fasce sociali deboli (donne sole con bambini, anziani soli, famiglie in carico ai servizi sociali, giovani a basso reddito, ecc.) e promuove l’organizzazione di forme di mutuo sostegno tra famiglie con il supporto di volontari e/o operatori professionali.

Come gli scorsi anni il contributo versato sarà quadruplicato da : Barilla, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Cariparma e da quest’anno anche  ACER (Azienda Casa Emilia Romagna).

NOI siamo pronti a ricevere la quarta targa della solidarietà!

mercoledi-23-dicembre-alle-ore-14

Venerdì 16 dicembre alle 14 saremo per il 2° anno  nei  Reparti Chirurgia Plastica e Centro Ustioni presso Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma diretti dal Prof. Edoardo Caleffi. Nostro desiderio è donare dei gadget ai piccoli e grandi pazienti ricoverati Sarà un’opportunità di poter regalare un sorriso, un piccolo oggetto di peluches, che possa dare sollievo a chi è ricoverato. Lasceremo come sempre, un gadget anche per chi sarà ricoverato nei prossimi mesi. Per l’occasione saranno presenti bimbi e familiari che hanno subito un intervento dal prof. Caleffi. Ringraziamo sia lui che la dottoressa Elena Boschi per l’accoglienza. I due reparti e la Direzione Ospedaliero-Universitaria di Parma.

Sabato 17 dicembre sarà l’ultimo giorno di PortosLab che riaprirà a gennaio 2017 con nuovi inserimenti.

Abbiamo già pronti dei giochi coperte e peluches  da donare alle popolazioni di Umbria e Marche tramite CRI  e per Emporio Parma. Le buone abitudini devono essere mantenute, come la parola data che per noi ha ancora un grande valore.

Ci riposeremo un pochino per un mesetto, perchè essere volontari non distoglie dall’essere lavoratori, genitori, uomini e donne che si adoperano per il bene comune ed il prossimo, ma che allo stesso tempo hanno impegni ed attività da seguire.

Sara

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, raccolta fondi, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Ciao Boss”…oggi ero io..Eliana

Arrivo in laboratorio e tutto tace …
preparo il caffè, i tavoli, i cestini etc, e all’orizzonte non si vede nessuno.
8,45 : cominciano ad arrivare bambini assonnati e volontari. Iniziamo i compiti non senza fatica, la giornata uggiosa ci rende stanchi e con poca voglia di concentrarci. Inizio il conto alla rovescia e, come per magia, si formano le coppie!!!
Motty è con Angela alle prese con multipli e divisori.
Dady con Laura svolgono moltiplicazioni con la prova del 9 !!!
Luca è con Jadhy che lo ha richiesto espressamente e insieme si addentrano in un non facile testo di narrativa.
Ilaria, oggi, deve colorare 10 schede riguardanti la famiglia.
Angelina e Manuela arrivano con molto ritardo, mi siedo in mezzo a loro e iniziamo. Manuela deve inventarsi un inizio di un brano chiamato “una punizione esemplare”, passiamo poi alle figure geometriche senza alcuna difficoltà.
Manuela deve fare anche dei problemi di matematica che svolge con Angela perché nel frattempo Angelina necessita del mio aiuto esclusivo.
Con Angelina ci divertiamo con un brano molto simpatico che parla di Camillo fusillo e Ughetto spaghetto.
Le tabelline però, ahimè, non le digerisce proprio !!!
Compiti finiti : EUREKA.
Facciamo il gioco dei nomi delle città, animali, cose.. e ci divertiamo molto.
L’ora della merenda è arrivata : biscotti e… patatine con relativi urletti di felicità.
È giunta l’ora di salutare i nostri bimbi.
Dady mi dice “ciao boss” .. ah ah ah (oggi ero io !!!)
A sabato prossimo.
Eliana
Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Oggi la merenda a PortosLab la facciamo noi!!!

Sabato di compiti , sabato di sorprese, sabato di compleanno, sabato di Alessandra…

Partiamo dal mattino presto. Trovo un regalo di Betta dei gatti davanti alla porta..è per i bimbi del laboratorio..lei è sempre di una generosità squisita. GRAZIE!

A casa mi viene un’idea…perchè non fare i biscotti con i bimbi? Solo se hanno pochi compiti però..Fra assenze e giustificazioni siamo in 5..

Una  breve riunione e decidiamo che si possono fare ma…dev’essere una sorpresa. Da casa mi sono portata il mattarello, la farina, gli stampini, la carta forno….con Eli andremo a prendere la pasta frolla fresca alla Conad (solo per questa volta).

Sono più in smania di loro. Con Jadhi facciamo matematica supportate anche da Eli:  problemi, addizioni, un testo da leggere. Dady con Andrea si occupano di operazioni e sei cifre, goniometro e geometria…meno male che non è toccato a me quel compito!…Alle 10 abbiamo finito.  Dady si fa misterioso e si sposta in un tavolo da solo con colori e fogli…

Cosa c’è oggi di merenda? Ci siamo già premiati mangiando una caramella del nostro barattolo durante i compiti…di solito non succede ma c’è sempre una variante…

Bene bimbi oggi la merenda ce la facciamo noi! Loro mi guardano un pò allibiti..come , cosa, chi…

Io ed Eli prepariamo in cucina il tavolo.. oggi è un’eccezione..i bimbi non devono entrare in cucina solitamente…..vale solo per questa volta!

Nel frattempo Andrea si mette il giubbino ed esce..dove andrà? Si sarà stancato di bimbi e compiti? Mistero..

Lego i capelli a Jadhi senza dirle il motivo e ci spostiamo in cucina. Eli ha già previdentemente acceso il forno.

Spiano due pezzi di frolla con il mattarello sul tavolo, uno per oguno..solo ora perchè poi lo faranno loro. Eli prepara carta forno e teglia.

Quelle piccole manine sono bravissime..Stampano, prendono , passano, rifanno palline e ristendono, davvero bravissimi!

Io lo faccio can la mia mamma, a me piace farlo..mi dai la ricetta?.

La prima infornata è pronta..vediamo dal vetro i biscotti dapprima piatti e bianchi poi  alzarsi e colorarsi..ma sopratutto il profumo! Una  vampata di dolcezza e golosità…

I bimbi sono pronti per un’altra infornata.. sono più veloci del forno, tant’è che Eli si scotta più volte le dita per togliere i biscotti già cotti per  rinfornarne altri.

Assaggiamo Insieme il primo biscotto, ancora tiepido, morbido …ed è un plauso comune.Siamo davvero pasticceri felici!

Nel frattempo pulisco tavolo e pavimento, Eli mette i biscottini nel vassoio ed i bimbi aiutano come possono.

Andrea? Eccolo tornare con un bicchiere di Nutella! Urla di gioia! Ora la nostra merenda è pronta!

No, aspetta… prima c’è…un disegno da consegnare! Oggi è il compleanno di Eliana e Dady con Jadhira le consegnano il disegno  fatto apposta per lei corredato da abbracci, canzoncina e baci…la nostra Eli così ha avuto un anticipo di compleanno molto speciale…AUGURI! Lei c’è sempre ed è giusto festeggiarla con tutto l’affetto che abbiamo per lei.

Corriamo ad apparecchiare, oggi la nostra merenda è così composta: succo d’ananas, biscotti e Nutella.

E’ davvero festa grande! Tuffiamo i biscotti nel vasetto, Eli più elegantemente usa il cucchiaino..poi scopriamo che si possono fare i bisotti imbottiti ed ecco che in un baleno creiamo anche questa merenda…che dire..ci sembrava di averne fatti così tanti ed invece..ne avanzano 4, uno per Selma, dato che Dady comunica avere già dei dentini e l’altro per Magaly. Gli altri due se nel caso venisse un pò di fame dopo..

Il Barattolo!!! Dobbiamo scrivere i biglietti pe ril nosto amato barattolone dei desideri e dei sogni! Non possiamo dimenticarci!

Sfida a Doddle? Sfida! La prima partita la vince Sara! Evvai! La vittoria del principiante

C’è qualcuno? Si deve essere entrato qualcuno…ma chi, sono le 11..ed ecco apparire la nostra stella cometa! Alessandra è venuta a trovarci! E che sopresa nella sorpresa! Siamo davvero felici. I bimbi si staccano dal gioco e le corrono incontro abbacciandola e dandole baci.Le offriamo i biscotti con la Nutella e lei ci fa davvero felici assaggiandoli. E’ come avesse fatto merenda con noi.

I bimbi sono sinceri..e devo dire che la nostra Alessandra manca a tutti noi..tanto.

Arrivano Johnny e Mustapha..i babbi a prendere i loro pargoli..e quando mostro le foto del nostro lavoro ridacchiano compiaciuti e felici….prometto a Jadhi la ricetta e ci riproponiamo di rifare questa esperienza un’altra volta..quando? Chissà…

Peccato per chi non c’era però…ogni sabato c’è una sorpresa a PortosLab..a volte anche più di una…

Sara

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Cose, animali, città, oggetti…

 

 

Sabato bagnato sabato fortunato.

Oggi piove ma PortosLab è aperto, come sempre. Sara arriva prestissimo ed Eli la raggiunge. Motti entra ancora assonnato seguito da Dady..a dire il vero anche lui aveva ancora sonno…le sorelline oggi non ci saranno causa influenza. Jadhira arriva radiosa con la mamma. E di botto  arrivano Ilaria, Luca e Benedetta.

Seguo Dady e la Mesopotamia che a dire il vero mi ha già un po’ stufata…sono tre sabati di seguito che non studio e ripasso altro..Tigri ed Eufrate, agricoltura, argilla, commercio fluviale, Fenici, Sumeri, Babilonesi….basta! Meglio finire e dedicarci alle moltiplicazioni…che sono facili..ma ecco che spuntano le divisioni e fin qui…il metodo è diverso ma il risultato controllando bene l’incolonnamento è sicuro. Tutto bene? No..c’è una frase che indica “esegui le moltiplicazioni e fai la prova del 9”! La prova del 9???? Ma ai miei tempi non c’era! Ma perchè devo togliere tutti i 9..cosa hanno fatto di male? Sono anche carini e  se li giri diventano dei 6…E perchè poi sommare per avere una cifra uguale? E la mia coscienza mi ricorda ..Sara…perchè è una prova!

Non considero mai che nella mia mente la matematica crea una nuvola densa fatta di “tanto non la capisco, tanto non ci arrivo, tanto non la so” eppure con un po’ d’impegno…mi ricordo che l’avevo imparata con Manu tempo fa questa malefica prova del 9…inutile non me la ricordo!

Motti mi viene in aiuto, ma anche lui..Eli..ti prego! E con pazienza ci..anzi mi spiega…ora è tutto chiaro..la so fare anch’io! Ma credo che arriverò a mezzogiorno e la nuvola densa tornerà insieme alla smemorina.. La copertina gialla del diario di Dady rende bene l’idea che ho della matematica..

Scatto foto in silenzio..ho trovato un metodo per cui non ci si accorge dello scatto. Invento anche un modo per scattare foto anche a me ed a chi sto seguendo..perchè sennò manchiamo sempre….sigh…

Le ragazze che hanno già finito si dedicano al disegno. Io e Dady siamo gli ultimi..

Scriviamo i biglietti da inserire nel barattolo dei sogni e…merenda!

Oggi biscotti ed Eli spiega che ne avremo anche per altre merende perchè alla pesca di beneficenza di Fiorente le abbiamo vinte, barattate, abbiamo chiesto cambi con chi conoscevamo e fra biscotti e succhi d’ananas abbiamo un po’ di scorta..abbiamo rinunciato a tazzine, ciotoline, vasi di piantine…

Sorpresa? Avevo detto ai bimbi che sarebbe stato un sabato a sorpresa, cosa vera a PortosLab. Arriva Eli con un barattolo..cosa c’è dentro? Mistero!

Consegna due caramelle per ogni bimbo, così senza scegliere. Ricorda che un nonno ce la ha donate e che ringraziamo tanto per il pensiero. Viene eletta Benedetta a Regina delle caramelle ed ecco che il barattolo viene vuotato davanti a lei. Decidiamo che ogni bimbo può barattare la sua caramella con un’altra a suo piacimento, ma sempre sotto gli occhi vigili e visibilmente divertiti di Benny.

I bimbi ci hanno stupito. Nessuno ha cercato di imbrogliare, ma il baratto è piaciuto molto. Li premiamo con una caramella in più proprio per la loro correttezza.

È presto, così, come avevo già preannunciato agli adulti prima di cominciare i compiti, coinvolgo grandi e piccoli in un gioco che facevo spesso quando anch’io ero bambina. Non si inventa nulla, si torna indietro nel tempo e si ricicla.

Il gioco? Non so se ha un titolo ma è carino.

Cinque colonne, ognuna con una categoria. Noi abbiamo scelto le più semplici visto che i bimbi non hanno tutti la stessa età. Nomi di cosa, Animali, Città, Nomi di persona, Cibi e naturalmente Voti. Le squadre sono composte da un adulto ed un bimbo\a.

La prima formazione: Sara e Ilaria, Benedetta e Dady, Luca e Motti, Eliana e Jadhira. A turno una lettera dell’alfabeto e si comincia. Chi finisce per prima dice FINITO! E conta fino a dieci. Spesso si chiude un occhio o anche tutti e due perchè dev’essere una competizione piacevole. Comunque, come sempre, non si vince niente. Solo la voglia di stare insieme Motti farà solo due giri perchè la mamma è  venuta a prenderlo in anticipo, ma ci siamo ripromessi di giocare ancora. Così rimango da sola in squadra. E si ribaltano i componenti..

Arrivano Magaly e Mustafa che si siedono con noi ed assistono divertiti al gioco. Ecco un modo di coinvolgere i genitori.

Anche questo sabato volge al termine. Mi son davvero divertita. E come premio Jadhira mi regala un disegno che ha fatto per me. Non ne sapevo nulla e non ho chiesto nulla. E questo mi rende ancora più felice. Non è il mio compleanno e nemmeno una ruffianeria…grazie dolce principessa, questi sono i riconoscimenti che adoro. Un piccolo pensiero solo per me, per farmi sentire che mi vuoi bene….tu sai che anch’io te ne voglio tanto..

Sara

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Pochi ma buoni…

Sabato…si come ogni sabato anche questo riserva sorprese. O coincidenze…Sara doveva andare a Terni per lavoro ma purtroppo c’è stato il terremoto e l’evento a cui doveva presidere non si è svolto. Questo sabato era già nato con una criticità. Ma Eliana non ha mollato ed invece di chiudere era determinata a tenere aperto. Lei, Laura, Vittorio e Luca. Io mi libero, Luca ..”mi dai un cambio?” “certo che sì!”….ed eccomi in Laboratorio. Alle 7.30!  Troppo presto!

Francesca ci ha regalato dei puzzle, tante scatoline e tanti soggetti..cosa fare? Provo a vedere se ci sono tutte i pezzi ..ammetto che è una scusa ..io amo fare i puzzle!

Eli prepara il caffè…e nel frattempo arivano due messaggio: Motti e Jadhi non saranno con noi…peccato…

Angelina ed Emanuela sono già qui, a seguire Dady, Vittorio e Laura….ops..adesso siamo in troppi..è per questo che chiediamo ai genitori dei bimbi di avvisarci la sera prima così anche noi riusciamo ad organizzarci per tempo..Laura torna al lavoro. Grazie per essere venuta!

Regalo dei libri ai bimbi (grazie Francesca!) : ne avevo in abbondanza e così se li sono divisi, scegliendoli accuratamente…Angelina poi ha chiesto quelli avanzati da portare a scuola ai suoi compagni…certo che sì! I libri per bambini a scuola non devono mancare ed è positivo che sia una bimba di terza a chiederli…

Le squadre di oggi sono così composte: Angelina e Sara con italiano e matematica, Dady e Vittorio con matematica, Emanuela ed Eliana con matematica ed italiano…pronti…via!

Prometto ai bimbi sorprese inimmaginabili…e saranno fortunati…come dice Manu..bisogna venire a Portos perchè c’è sempre una sorpresa!

Punto esclamativo, punto interrogativo, puntini di sospensione, punto e virgola, due punti, virgola, punto..inseriamoli…E quel tal Eric che deve fare dei biscotti, ha delle uova e degli invitati..ma è mai possibile che non sappia contare? Se hai 23 invitati e 20 biscotti..come fai? Rendi più piccolo qualche biscotto e ne avrai per tutti!

Finiamo anche i compiti…finalmente! Cosa facciamo? Consegno una scatolina di puzzle ad ognuno di noi, grandi e piccoli. I pezzi sono 54 e chi risolverà il suo… lo avrà in regalo. Partiamo! Facciamo scegliere a Dady il primo, tutti d’accordo essendo oggi l’unico maschietto. Sceglie Nemo. A noi rimangono Cenerentola, Bambi, Orsetti, Biancaneve..ognuno si impegna. Manu finisce per prima. e come sempre aiuta prima sua sorella, poi Eliana  poi Dady.

I puzzle sono un buono strumento per la concentrazione, anche se, insieme a quella, serve anche un pò di pazienza…I bimbi, come promesso hanno in dono i puzzle ed Eli regala il suo a Manu…I bimbi non lo sanno, ma quelli avanzati li lasceremo nel nostro armadio ..ci sarà una prossima volta, un prossimo gioco, una prossima attività.

Merenda? Già …sono più delle 11 e rischiamo di non farla! Oggi partiamo dalle patatine ma …ecco che Eli arriva con i fantasmini – non i calzini- dolci, i denti insanguinati ed i vermicelli colorati! Lo stupore e la felicità è sui quei musetti…e non è difficile dire no quando avanzandone, ci chiedono di portarli ai loro fratelli….certo che sì!

Una ricca giornata di sorprese, utili, futili, didattiche. Una ricca giornata di serenità e di confidenze…una ricca giornata di progetti futuri…facciamo la pizza un sabato? Chiedo. Sìììììììììì! Mi viene risposto da bimbi saltellanti e sprizzanti di felicità.

Già abbiamo deciso che: Vittorio sarà il nostro pizzaiolo, prenderemo l’impasto dal fornaio, gli ingredienti al supermercato.

Quella dei bimbi la faranno loro rigorosamente margherita.

Quella degli adulti invece avrà gusti diversi. pensiamo di estendere la pizzata anche alle loro famiglie..vediamo..intanto proviamo a vedere cosa viene fuori….

Eh sì..PortosLab ha tante idee ma..solo dopo i compiti!

Sara

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, PortosLab, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Che sabato pieno di …..

Anche oggi dobbiamo inventarci qualcosa da fare…e non è difficile farlo…

sarà un sabato ricco di progetti ma anche di merende, di giochi, di manualità..ma sopratutto..speriamo che i compiti non siano tanti!

Eli ci salva dalla fuoriuscita del caffè..infatti..arrivando prima ho preparato il caffè, Andrea lo ha messo sul fuoco e siamo andati a preparare i tavoli…dimenticandoci il fornello…evidentemente il caffè sapeva esattamente che stava arrivando la sua madrina e si è fatto sentire per tempo!

Oggi siamo in tanti, Jadhi non c’è.

Cominciamo? Lasciamo libera Eli..sta preparando un progetto e svelta svelta quello che doveva confezionare a casa lo finisce in cucina….

Andrea ed Emanuela stanno già lavorando..caspita..che velocità..Angelina – così avendone due di Angela la riconosciamo subito – si lamenta perchè nessuno la segue…ma …siete appena arrivate…cos’è tutta questa solerzia? Non ci sono le chiacchiere mattutine, gli sbadigli, le dimenticanze dei diari, i non so cosa devo fare,…ed ecco che prontamente Vittorio le si siede accanto…

Moataz ha Benedetta e silenziosamente e diligentemente si confrontano sulla materia che stanno trattando.

Luca e Dady stanno, secondo me divertendosi, ma anche svolgendo i compiti..si sentono le risatine di entrambi..

Io sono sono con Ilaria, credo che insieme i compiti li abbiamo fatti poche volte…dobbiamo affrontare i Sumeri. Quest’anno la storia mi capita spesso…Lei legge ed insieme fissiamo le parti più importanti sul un foglio per ricordare meglio…io sono anziana e devo studiare così se voglio ricordarmi. Lei condivide con me questo metodo e a dire il vero sono uscite anche cose interessanti..la zuggurat ad esempio, “grande casa” palazzo importante della città costruito a gradoni e con una lunga scala che Ila disegna a zig zag perchè è più bella……il centro economico diventa la coop, gli artigiani, i sacerdoti, il re sacerdote, il consiglio degli anziani, gli scribi, la scuola!! ma davvero c’era già la scuola?” si ma solo per i ricchi!.

E la fantasia diventa illuminante nel disegno quando immagina i sacerdoti che studiano il cielo, più interessante della visione dei fiumi che possono tracimare, dei nemici, dei soldati….Arrivare con il ragionamento è semplice..allora abitano fra due fiumi, Tigri ed Eufrate..quindi sono fortunati. Hanno l’acqua per innaffiare orti e campi che producono ortaggi e frutti. Hanno il pesce, maiali per mangiare, capre per il latte, pecore e lana per i vestiti. Buoi e onagri (progenitori degli asini) per lavorare. Ciò che manca? Facile lo scambiano mercanteggiando. E così legno per costruire e metalli arrivano. Cosa inventano? La ruota, l’aratro, il falcetto, la zappa e così lavorano con meno fatica. I mattono per le case. Cosa manca? La città stato era circondata da un muro, ma c’era una porta, all’interno le case erano tutte vicine, da uno o due piani massimo e le stradine erano strette per proteggersi dal sole. “In Grecia ho visto delle case così ma avevano delle cupole blu!”. Nei villaggi abitavano schiavi, soldati, gente comune…eh già la storia ci porta molte assonanze con il presente..ma non si impara mai abbastanza!

Finiamo con Ur, Lagash, Nippur e Uruk la mia preferita perchè ha un nome che mi ricorda un orso…

Siamo alla ricerca nella stele di Ur del pescatore…cavoli il testo indica che è unico e  non riusciamo a trovarlo..per fortuna Motti ci aiuta..eccolo!

La maggioranza ha finito i compiti e decidiamo di scrivere i nostri sogni da conservare nel barattolo…tutti, adulti compresi..è una bella idea..e ci lasciamo coinvolgere….chissà che emozioni quando leggeremo i foglietti insieme o insieme ai folletti!

A dire il vero abbiamo cominciato scrivendo altri biglietti..ma questo lo racconterò in un altro articolo perchè è e deve rimanere una sorpresa…almeno fino a sabato…ed i bimbi, sapendone la motivazione,  si sono impegnati..davvero tanto..ed io ne sono orgogliosa..molto!

Mi hanno regalato delle buste di figurine con i personaggi de L’era Glaciale, dove all’interno c’è anche un buono scuola – ne abbiamo già raccolti tanti e consegnati alla Scuola Toscanini tramite Dady – ed ora ricominciamo…grazie agli Amici, e sono tanti, che ci sostengono.

Visto che non c’è un album raccoglitore Benedetta divide in parti uguali le figurine e le consegna ai bimbi. Loro poi baratteranno, imbroglieranno, scambieranno fra loro…qualcuno bara..se mi dai quella te ne dò due...peccato che le due fossero pezzi di immagini che senza dubbio avranno un quadro in cui essere inserite nell’album che nessuno ha e quella fosse un immagine di Sid intera….

Merenda? No prima giochiamo! Ed anche questo mi stupisce…con i punti del supermercato ho preso un gioco Dobble di cui solo Manu e Dady sanno le regole. Tutti intorno ad un tavolo rettangolare e si comincia. È un gioco di velocità. I bimbi si appassionano, gli adulti anche…i bimbi vincono gli adulti no….vorrà dire qualcosa?

Adesso però si fa merenda! Ho preparato la torta di zucca tenerina..ricetta trovata in internet…ci sono i biscotti, e dei dolci vermicelli gelatinosi …dopotutto se li sono meritati! Motti e Dady, quest’anno grandi amici e sopratutto unici maschietti azzardano un “Andiamo a comandare” davvero unico…

Visto che siamo sempre degli scherzoni non diciamo che la torta è di zucca, che per loro vuol dire zucca=verdura e indichiamo che il vassoio dei vermetti è la merenda degli adulti….a dire il vero un po’ di contestazione e di motivazioni sulla merenda riservata ci sono da parte dei bimbi…ormai dovrebbero sapere però che  tutta una farsa…ma stavolta Andrea e Benedetta vengono visti mangiarne uno…la “paura” c’è ed è fondata!

Finiscono tutto, o quasi, per fortuna Luca si sforza e finisce gli ultimi due pezzettini di torta…e….Eli prende il vassoio…i bimbi stanno sparecchiando…. li blocca…li conta e conta i vermetti…divisi in parti uguali…ed il sorriso appare in quei visetti..fanno ben presto a prenderli e non sento gridolini del tipo “che schifo”, Oddio i vermi!” ma..buoni quelli verdi, e quelli rossi sanno di lampone…Valli a capire!

Cosa facciamo ancora? Manu prende la carte degli animali e comincia il gioco…Eli vince…eh eh

Io e Benedetta creiamo con la carta…buste colorate con fogli di carta, forbici e colla…la fantasia la mettiamo noi…ed ecco che a poco a poco ci raggiungono i bimbi…Luca e Andrea chiacchierano..

Dobbiamo andare…c’è un regalo da prendere! dice Luca alle sua donne…Buon anniversario ragazzi!

Riusciamo a chiudere in tempo…quest’anno i genitori sono davvero bravi.

Sabato prossimo non ci sarò, sono a Terni per lavoro e come sempre mi mancheranno bimbi e adulti. Sono parte di me, sono la mia piccola famiglia del sabato mattina, ognuno ha un posto nel mio cuore, grandi e piccoli…ma ho lasciato una morbida  rossa sorpresa per loro e dei tondi….che Eli a già trasformato in….troppo curiosi…sabato scatteranno le fotografie..ma bisogna aspettare sabato!

Sara

 dsc06704

Pubblicato in Chi Siamo, Collaborazioni, Laboratorio compiti, Portos, PortosLab, Ringraziamenti, Sociale, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento